Il Santo del giorno: San Patrizio

storia-san-patrizio

San Patrizio d’Irlanda è uno dei santi più popolari del mondo.
Di origini scozzesi la sua storia è davvero toccante. Fu rapito all’età di 16 anni durante delle scorribande da parte pirati irlandesi e venduto come schiavo al re del North Dal Riada, l’odierna Irlanda del Nord. Qui venne in contatto con la lingua gaelica e la religione celtica. L’Irlanda infatti, era al tempo una regione di druidi e pagani. Fu allora che Patrizio lontano da casa, si aggrappò alla religione che aveva fino ad allora ignorato. Anche se suo nonno era stato sacerdote, e suo padre un consigliere comunale, Patrizio “non conosceva il vero Dio.” Ma costretto a badare alle pecore del suo padrone in Irlanda, ha trascorso i suoi sei anni di schiavitù soprattutto nella preghiera.

E’ in questo periodo che scrisse il suo libro di memorie, la Confessio, nel quale in un passaggio scrisse:

“L’amore di Dio e la sua paura cresceva in me sempre di più, così come la fede, e la mia anima è risorta, in maniera così forte che in un solo giorno, ho detto un centinaio di preghiere e nella notte, quasi lo stesso numero. Ho pregato nei boschi e sulla montagna, anche prima dell’alba. Non sentivo nè freddo, pioggia, e caldo asfissiante.”

Fu all’età di 20 anni che riuscì a fuggire, in seguito all’apparizione di Dio in sonno che gli indicava il sentiero da percorrere per poter tornare a casa e non essere visto. Appena rientrato in patria decise che avrebbe abbracciato la vita ecclesiastica e infatti divenne in breve tempo diacono e più tardi durante la sua visita in Gallia, venne consacrato vescovo da San Germano.

Papa Celestino I, gli affidò l’evangelizzazione delle isole britanniche e specialmente dell’Irlanda. Nel 431-432 iniziò il suo apostolato nelle terre irlandesi, che erano ancora pagane. A lui si deve la diffusione del Cristianesimo in Irlanda anche se decise di conservare alcuni simboli pagani.

Con lui nacque il Cristianesimo celtico, che venne poi limitato dalla Chiesa cristiana: Patrizio per favorire l’adesione dei pagani al cristianesimo, volle conservare le radici e le tradizioni storiche del popolo irlandese, favorendo la combinazione di elementi cristiani e pagani. Non a caso introdusse il simbolo della croce solare sulla croce latina, facendo diventare la croce celtica il simbolo del Cristianesimo celtico.

All’età di cinquant’anni intraprese un lungo pellegrinaggio fino a Roma. Al ritorno decise di stabilirsi nell’Irlanda del Nord dove rimase fino alla sua morte. Fonti storiche accertano la sua morte a Downpatrick, in Irlanda, ma alcuni studiosi suppongono che la sua morte possa essere avvenuta in Inghilterra o in Galles.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *